Općina Dobrinj, otok Krk, Hrvatska
 

Incontro con il comune Dobrigno - Storia

 

Contenuti correlati

 
 
 
La storia scritta della zona di Dobrigno inizia il "let od Hristova rojstva 1100 pred Dobrinem poli crikve svetoga Vida" . Come scrive Kirin Radonjin, pisar od komuna Dobrina , quel giorno e quell'anno e stata benedetta la chiesetta di san Vito, la donazione di celebre Dragoslav. Chi fu il Celebre Dragoslav e da dove proviene quest'aggettivo "celebre" non si sa, neanche i storici non l'hanno scoperto. Pero, tutti sono d'accordo che si tratti di una persona ricca e nobile, e percio veniva legato sempre alla linea dei Frankopani, reggenti di Veglia. Il documento, che alla dettatura del sopramenzionato Dragoslav, scritto da Kirin, scrivano del comune, in lingua paleoslava e in alfabeto glagolitico, e il primo documento sulla storia della zona di Dobrigno. Visto che nella Lettera del Celebre Dragoslav ("Listini slavnog Dragoslava") vengono menzionati: comune (komun), scrivano del comune (pisar od komuna), la chiesa di santo Stefano (crikva sv. Stipana), parroco (plovan) ecc., e ovvio che gia allora Dobrigno e stato organizzato quale la sede amministrativa ed ecclesiastica. La lettera del celebre Dragoslav non e stata conservata nell'originale, n'e salvata la copia che vale da originale, perché viene inclusa nei documenti piu vecchi e piu importanti dell'eredita croata dell'alfabeto glagolitico.
     
Incontro con il comune Dobrigno - Storia   Incontro con il comune Dobrigno - Storia
     
Anche se "La lettera" e una prova ufficiale e scritta dell'essistenza di Dobrigno in quell'epoca, le impronte della vita in questa zona risalgono nei tempi anche prima dell'epoca illirica, di cui testimoniano anche i scavi archeologici in numerose locazioni, e toponimi, cioe i nomi dei villagi insediati e non della zona di Dobrigno. Nonostante il suo nome ufficiale e Dobrigno, tra la gente del luogo e comune sentire "la Citta"; quindi quando sarete a Dobrigno non sentirete parlare che siete a Dobrigno, ma che siete in "Citta" Dobrigno e stato uno dei castelli dei Frankopani, e aveva un'organizzazione urbanistica speciale, ogni castello aveva le sue mura e quella funzione, a Dobrigno, avevano le case costruite densamente una vicino all'altra. Quell'aspetto ha conservato cosidetta "Dolinji Grad", la parte vecchia di Dobrigno.
     
Incontro con il comune Dobrigno - Storia   Incontro con il comune Dobrigno - Storia
     
La chiesa di santo Stefano, che viene menzionata gia nella Lettera del celebre Dragoslav, e uno dei piu vecchi monumenti religioso-culturali della zona di Dobrigno. C'e un'altra chiesa a Dobrigno, dedicata alla SS. Trinita, ma visto che vi si trova anche una statua di Sant'Antonio da Padova, i cittadini la chiamano anche la chiesa di sant'Antonio ("crikva svetoga Antona"). In quesat chiesa si trova un dipinto dell'altare che dimostra inferno, purgatorio e paradiso. Nell'arco degli ultimi anni la chiesa e diventata lo spazio per diverse mostre e galleria, specialmente durante i mesi estivi. IA Dobrigno esisteva un maggior numero di chiese tra le quali anche quella di Sant'Ambrosio, molto probabilmente era ubicata tra la chiesa-galleria e la casa parrocchiale. Vicino a questa chiesa c'e stato anche il cimitero, dove oggi si trova il parco ("jardina"). Il campanile di Dobrigno aveva una storia interessante. Costruito nel 16 secolo, colpito parecchie volte dai fulmini e una volta colpito dall'esplosione fascista durante la guerra, per essere colpito di nuovo, negli anni 80 del ventesimo secolo, dal fulmine lieve. Tutto cio viene attribuito alla legenda in base alla quale il campanile aveva la mala sorte gia dall'inizio della sua costruzione.

Oltre alla chiesa parrocchiale di San Stefano e alla chiesa-galleria di Sant'Antonio, tra gli oggetti ecclesiastici della zona di Dobrigno viene sottolineata la chiesa di San Vito nell'omonimo villaggio, un chilometro da Dobrigno. L'ha fatto costruire il Celebre Dragoslav. Questa chiesa e un raro esemplare dell'archittetura degli albori della cristianita romana, e stata menzionata nel documento del Celebre Dragoslav nella "Lettera" che e stata resa nota in molti circoli slavi e glagolitici. Nonostante la piu piccola, la chiesa di San Clemente a Klimno, che risale all'anno 1480, contiene un dettaglio artistico di grande valore - una lapide d'oro dell'altare con le scene della vita dei santi che viene inclusa nella lista dei monumenti culturali tutelati. Inoltre e importante sottolineare che la chiesa di San Clemente a Klimno e l'unica dedicata a quel santo e vescovo nell'intera diocesi di Veglia.

 
 
 
 
Webcams Comune Dobrinj
Webcam Dobrinj. Silo e Klimno
 
 
Storia
Informatevi sullo sviluppo del comune,...
Economia
Economia nella zona di Dobrigno
Turismo
Destinazioni turistiche principali
Insediamenti
Informatevi su Šilo, Klimno, Čižići,...
Scuola e asilo nido
Potete trovare tutte le informazioni qui!
Associazioni
Le associazioni culturali, sportive e del carnevale
Manifestazioni
Feste liturgiche, sagre e feste dei pescatori
Personalita famose
Ivan Crnčić, Josip Pepi Uravić
Musei
La collezione sacrale ed etnografica a Dobrigno
Video
Video clip di Dobrinj, Šilo e la baia Soline
Galleria fotografica
Photos wallpapers, screensavers
 
 
 
Bookmark and Share
 
         
         
KONTAKTI
 
 
OPĆI PODACI O OPĆINI
   

Općina Dobrinj
Dobrinj 103, 51514 Dobrinj

e-mail: opcina-dobrinj@ri.t-com.hr
tel.: +385 051/848-344;848-307
fax.: +385 051/848-141
web: www.opcina-dobrinj.hr, www.dobrinj.hr

 
 
Katastarska površina: 55,05 km2
Broj stalnih stanovnika: 2.023
Broj kućanstava: 891

Stambene jedinice: 4.422
Stanovi za stalno stanovanje: 1564
Naselja: Općinu Dobrinj čine 20 naselja

 
 
TD Komun d.o.o.
www.komun.hr
 
TZO Dobrinj
www.tzo-dobrinj.hr